Giornale Guida sicura

BikeXperts on Tour: scuola guida nell’Esercito

L'articolo di André Initiateur BikeXperts

Alcuni devono, altri possono: andare a militare. Abbiamo fatto visita ai soldati della circolazione alla piazza d’armi di Thun per capire come si svolge la loro giornata. I dettagli ce li fornisce oggi il nostro BikeXpert on Tour André, sbarbato.

Sono passati un paio d’anni da quando ho fatto il militare. Ammetto di aver sentito un certo nervosismo quando mi sono ritrovato tra i soldati. Mi hanno però riservato un’accoglienza cordiale e si sono fatti in quattro per mostrarmi cosa fanno e come usano la moto.

Moto e militare

I soldati della circolazione svolgono diversi compiti. Ad esempio, dirigono e controllano il traffico e fanno segnalazioni. Sono in un certo senso pionieri a due ruote. Verificano se un convoglio di carri armati può effettivamente transitare lungo un determinato tratto. Una moto stretta e agile come la BMW F 700 GS è perfetta. Se la si padroneggia, questa enduro modificata con il baricentro alto e una generosa altezza dal suolo si adatta perfettamente anche alle strade sterrate e al fuoristrada. Le manopole riscaldate sono montate di serie visto che i soldati circolano tutto l’anno con qualsiasi tempo.

I soldati si allenano duramente. Padroneggiano alla perfezione l’otto, le carreggiate strette, le frenate d’emergenza e tutte le altre difficoltà che si esercitano durante la scuola guida. A proposito di scuola guida, chi comincia la scuola reclute senza patente per la moto può tranquillamente finirla con la patente in tasca.

Che bello. Tra tutti questi soldati e reclute mi sono sentito 10 anni più giovane. O forse è solo perché ho fatto la barba? In ogni caso mi sono divertito. Stay safe, stay alive.

  • Armee_Still_2.png
  • Armee_Still_3.png
  • Armee_Still_4.png
  • Armee_Still_1.png
1/4